lunedì 16 aprile 2007

Il fumetto nuoce gravemente alla salute.

Leggendo molti blog di autori, fumettisti e fumettofili vari, noto serpeggiare una preoccupante ansia.
"Il fumetto bello è così, il fumetto brutto è cosà", "le graphic novel sono più belle", "il fumetto seriale è molto più bello", "il fumetto deve essere supportato da un disegno degno di tale nome", "il disegno deve essere accessorio alla narrazione" e via dicendo.
Allora dico anche io la mia. Che palle!!! :-)

Il momento attuale secondo me è uno dei più floridi e positivi che si siano mai visti. Come giustificare i cali di vendite in Italia allora? io non lo so, non sono un editore ma un ideuzza me la sono fatta. I fumetti sono diventati tantissimi, escono una quantità di titoli abnorme che per starci dietro bisogna dire addio a 3 o 4 stipendi. Tra tutti questi escono fumetti buoni e fumetti meno buoni ma escono anche fumetti geniali. Prendersi la fregatura è diventato più facile ma è anche diventato più facile scegliere e quindi oggi come oggi si preferisce premiare (con l'acquisto, si intende) il fumetto che ha un po' più di ciccia, quello che nutre il cuore oltre al cervello e alcune case editrici si sono specializzate a pubblicare prodotti coinvolgenti per davvero.

Prendiamo "S." di Gipi o "The Losers" di Diggle e Jock ma secondo me anche nel seriale italiano qualche bell'esperimento è stato fatto e si sta facendo, ad esempio non era male "John Doe" di Bartoli e Recchioni (cosa è stato della scintilla iniziale non ha importanza) il nuovo progetto di Enoch e Vietti "Drago Nero" (che mutua John Bolton? speriamo di no) è un progetto che sulla carta promette bene. "Gea" dello stesso Enoch è stata una bellissima avventura.
Non voglio fare una lista di ciò che mi piace quindi mi fermo. Dico solo che il fumetto di etichetta non mi pare soffra così tanto e che gli addetti ai lavori competenti ci siano tutti e allora perché questa gara a chi è più bello?
Anche qui mi sono fatto un idea. Una volta si parlava della CRISI DEL FUMETTO, una volta era colpa degli editori che non investivano, poi erano le case di distribuzione, poi le librerie che non ordinavano, poi la poca cultura del prodotto, (riporto ricordi di chiacchierate con editori in circa 10 anni di fiere varie) oggi si cerca di attribuire la colpa al tipo di prodotto editoriale, da qui la Graphic Novel è nobile, il Romanzo a fumetti è più figo, il seriale è più divertente, si cerca di attribuire al proprio settore di Produzione/Fruizione l'aggettivo migliorativo, insomma si prova a darsi un tono. In più mettiamoci il fatto che il blog è uno strumento diretto per esprimere concetti con immediatezza e ricevere risposte veloci e il gioco è fatto. Fiumi di gente che parte discutendo e finisce litigando. Che tristezza. :-(

Allora faccio un appello a te caro lettore, io credo che i fumetti di oggi non abbiano nulla da invidiare ai fumetti del passato. Esistono ancora ottimi narratori e ottimi disegnatori e anche ottimi autori completi, basta avere la voglia di scrivere belle storie ma anche la voglia di cercare e leggere le belle storie. Se vuoi puoi sottoscrivere questo post per rassicurare Autori e Lettori che il fumetto che producono e leggono è buon fumetto e che il gusto personale non viene messo in discussione. Sembrerà forse inutile e infatti lo è ma se qualcuno non fa qualcosa presto ci troveremo invasi da un branco di checce isteriche pronte a grafiarci tutti solo perché abbiamo detto che preferiamo Geppo a V for Vendetta. Dai pazza cosa stai aspettando!?

10 commenti:

desmov ha detto...

@Allora faccio un appello a te caro lettore, io credo che i fumetti di oggi non abbiano nulla da invidiare ai fumetti del passato. Esistono ancora ottimi narratori e ottimi disegnatori e anche ottimi autori completi, basta avere la voglia di scrivere belle storie ma anche la voglia di cercare e leggere le belle storie. Se vuoi puoi sottoscrivere questo post per rassicurare Autori e Lettori che il fumetto che producono e leggono è buon fumetto e che il gusto personale non viene messo in discussione. Sembrerà forse inutile e infatti lo è ma se qualcuno non fa qualcosa presto ci troveremo invasi da un branco di checce isteriche pronte a grafiarci tutti solo perché abbiamo detto che preferiamo Geppo a V for Vendetta. Dai pazza cosa stai aspettando!?

Pic, è realmente inutile disquisire su questa cosa dal momento che dire che un fumetto è una merda e un autore una pippa è del tutto soggettivo poichè trattasi di opinione e i gusti sono discutibili ma non imponibili!
Anche se Geppo è certamente un prodotto confezionato con un millesimo di contenuto/qualità/impegno e risultato finale (escludendone la finalizzazione ovviamente: fumettino di svago?O simili...)rispetto a un V for Vendetta, ci sarà sempre realmente il cultore di Geppo che griderà al capolavoro, e non potrai farci niente. Anche vero che questo è indipsensabile per avere la varietà, ma come dicemmoq ualke tempo fa,la varietà è positiva ma dovrebbe anche servire a ampliar ela scelta, non a saturare un solo genere di prodotti "facili".

greve deluxe ha detto...

che non si venda piu in italia è dovuto principalmente al fatto che non si è stati capaci di sfruttare in maniera intelligente il boom di vendite che caratterizzava i primi anni novanta. al posto di sfruttare l'onda producendo prodotti made in italy (e dunque anche facendoli maturare nel tempo) si è preferito saccheggiare il mercato americano e giapponese. quando si è saturato il tutto ormai l'offerta era dieci volte piu grande della domanda, e il mercato è esploso, infarcito di cloni di cloni che annoierebero perfino il nerd piu convinto.
lo scenario successivo è il deserto postatomico di madmax, con poche cellule impazzite che cercano di sopravvivere, sopraffacendo il prossimo se possibile (poche collaborazioni trasversali, molte invidie, pochi suggerimenti costruttivi e molte gare a chi ce l'ha piu grosso).
è difficilissimo ,dunque, richiamare l'emorraggia dei lettori,ormai irreversibile, anche se esce molta roba qualitativamente accettabile (a mio avviso è accettabile tutto ciò che sia un minimo oltre il livello scolastico, il che non signidfica buono o da comprare; accettabile, appunto).
ne riparleremo..

Bruno ha detto...

Oh, per me Geppo è una figata!
(E anche V For Vendetta!).
Infine, fino a prova contraria, io ce l'ho più grosso di voi tutti messi insieme!
:-))))

Design270 ha detto...

@Desmov> l'ho scritto appunto che è una provocazione inutile, ma non credi che sollecitando la discussione possano saltare analisi concrete? Greve (grezzo) chiarisce il suo punto ma purtroppo è lui stesso una di quelle cellule impazzite.
Tutti gli altri si parlano addosso, perché non esiste un moto comune a far nascere nuove idee? Facciamo un lavoro creativo mi pare eppure i grandi nomi sono sempre più incasellati in meccaniche rigide, "le meccaniche dettate dal Mercato" a loro dire.

Eppure come si vede, in francia, quando il mercato è organico e onesto i lettori premiano il settore. Succede la stessa identica cosa nel mondo della musica.

Allora dico anzichè piccarsi perché si pensa di fare il prodotto migliore, perché non provare a fare un prodotto diverso con altri cervelli al lavoro?

@bruno> ecco appunto, è arrivato il cultore di Geppo... :-)
Se davvero ce l'hai più lungo dimostralo al prossimo post pubblico il mio fai altrettanto

Bruno ha detto...

Wowh! Allora è sfida!
Sappi che sono pronto. Alla fine ho ceduto ed ho risposto ad una di quelle email-spam che riportava il messaggio 'penis enlargement'... Sei avvisato!
:-)))

Design270 ha detto...

@bruno> e allora sappi che il mio è caduto nel paiolo del druido quando ero piccolo!!! :-)

Bruno ha detto...

Beh, visto che mi tiri dentro per i capelli, allora sappi che l'altra notte, mentre ero coricato, ho avuto un'erezione tale che Bin Laden ci ha fatto schiantare sopra un Boeing 767!
(Eh, eh, questa non si batte!)
:-))))

Design270 ha detto...

ah ah ah :-)))))

Figurati un po' che l'altro giorno mi hanno fermato per una perquisa e sono finito in caserma, credevano andassi in giro con un randello nei pantaloni e volevano pure che lo consegnassi!!! ma ooooh!!

comunque no non si batte! si infila...

desmov ha detto...

vedo ke qui siamo fermi a kill killer.....pic deve avere un gran da fare.....

Ketty Formaggio ha detto...

Ciao! Io sottoscrivo il tuo parere in toto, tanto che mi è sembrato di leggere i miei pensieri. ^_^
Con tutte le piripacchie che lo letto in giro in blog e forum ultimamente, tu mi sembri una delle persone più costruttive.
Ciao! k