lunedì 14 aprile 2008

...e 2


Ok daccordo non è stato un successo. Il Venerdì eravamo pochi e potenzialmente poteva venir più pubblico il sabato.
Potrei pensare a mille ragioni, le elezioni, la pioggia, la Fiera Primavera, le cavallette.
La comunicazione è sempre massiva, si invita la gente attraverso TV, Giornali e spam (che per altro è una pratica che sopporto poco) tutto questo dovrebbe dare buoni frutti ma i Genovesi sono proprio impermeabili alle iniziative culturali, perché, per fortuna, di iniziative culturali si tratta.

Mi viene in mente un parallelo.
Quando facciamo mercato in genere portiamo una bottiglia o 2 di Idromele da far assaggiare, il nostro intento è naturalmente agganciare il potenziale cliente per VENDERE, ma prima di tutto preferiamo spiegare di cosa si tratta. Negli anni ci siamo resi conto che pochi conoscono il prodotto e quei pochi non lo hanno assaggiato in Italia. Proteggo la mia giornata di lavoro attraverso l'idea che sto facendo Informazione e che anche se non comprano, almeno ora ne sanno di più. Si tratta di un comodo sistema per non scazzarmi subito e salutare il NonAcquirente con il sorriso. Il bello è che i rifiuti sono di molte varietà, ci sono quelli a cui proprio non interessa e quelli li vedi subito, ci sono quelli che sono venuti per comprare solo la "mocetta di maiale occitana" e anche se li agganci tirano dritti, ci sono gli scrocconi che potresti raccontargli "Guerre stellari" che loro sono venuti solo per bere e delle tue belinate se ne fregano, poi c'è tutta un'ampia gamma di curiosi, ci sono gli scettici, che non ci credono, che tutte le volte ti dicono "ma lo allungate con il vino?", "ci mettete l'alcol?", e quando li hai rassicurati sono i migliori perché sono quelli che comprano tornano e si fidano, ci sono quelli che ti dicono "no ho appena preso il caffè" o "...il dolce" oppure è troppo presto, è troppo tardi, è dolce, è alcolico... ma poi quando li convinci (e ci sono tanti sistemi) si fermano, assaggiano e allora gli si può raccontare tutto e in genere sono i primi che ti dicono "caaaavolo, non lo conoscevo ma come mai non siete famosissimi?", poi ci sono quelli che devi richiamare l'attenzione della moglie che si impietosisce e tira il marito all'assaggio, a lei non piace a lui sì ma intanto comanda lei e non lo comprano. Le tipologie sono davvero molte altre ma queste per sommi capi sono quelle che ricorrono più spesso.
Organizzando i "Fumasci" mi sono reso conto che il meccanismo è davvero simile. La CULTURA è un vino che si beve a fine pasto e il primo piatto che si serve è la CURIOSITà. Se la gente non si ciba prima di Curiosità, Conoscenza o Background, informazione/promozione e una spolveratina di umiltà, l'assunzione di Cultura ubriaca e la non assunzione di Cultura lascia la bocca asciutta.

A parte questa mega pippona mentale sono certo che a furia di insistere raccoglieremo buoni frutti.
Io sono stato bene, ho fatto visitare Genova a Grezzo, Alex e Giustina in lungo e in largo, non hanno visto tutto ma credo siano tornati a casa con le scarpe consumate. Il bello è che loro da bravi artisti si sono lasciati affascinare e questo è l'importante.

Ringrazio Alex, Alberto e Giustina di essersi "fatti vedere", Andrea della Madeleine, Mariangela e le ATM di Palazzo Reale, i custodi di Palazzo Spinola, Andrea di TeleNord, Simone e Tommy di Comics Corner, Claudio Paglieri del SecoloXIX, Francesco Cascione di Mentelocale, Dippo che mi ha illuminato la sera, i consorziati della Maddalena che sostengono la via perché sono una potenza della natura, i ragazzi dell'Exultate e infine Bruna che mi appoggia sempre da 12 anni.

Vi aspetto il 23 e il 24 maggio per il 3° appuntamento con Luca Enoch. Ora torno a preparare la Fiera della Maddalena, il Degustur del 19 Aprile e i viaggi a Napoli e Torino.

7 commenti:

alex crippa ha detto...

io mi son divertito parecchio!
peccato per il fantasma mancato...

Design270 ha detto...

eh eh eh
io la sera ho visto i Draghi quando mi sono tolto le scarpe.
Sono contento che siate stati bene.

giustina ha detto...

come potevamo non star bene? siete stati tutti grandiosi e genova è meravigliosa, per me poi, che non c'ero mai stata, è stata una rivelazione (compreso l'indimenticabile topone!) un carissimo saluto a te, bruna, la tua sublime sorella, i ragazzi della fumetteria e al vero e inimitabile renzo piano, ma soprattutto sempre w l'idromele: elisir di lunga (e larga) vita! e grazie.

Akinogal ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

"illuminato la sera"...sempre velate allusioni alla mia crapa pelata e lucente...mavaccagare Dip

Anonimo ha detto...

Ops! mi sono mandato a cagare da solo...volevo dire "mavaccagare!(tu) Dip(io)"

Mirella ha detto...

questa immagine mi piace moltissimo!