mercoledì 13 dicembre 2006

Schiele e gli amici carrozzieri


Sabato ci siamo visti le esposizioni in corso al Mart di Rovereto: Mitomacchina e Schiele, Klimt, Kokoschka e gli amici viennesi.
Vivamente consigliata Mitomacchina che, suddivisa per tipologie di vetture, fornisce una fantastica panoramica dalla prima auto in assoluto, permettendo di ammirare dal vivo pezzi unici che altrimenti è praticamente impossibile vedere. A meno di essere Motezemolo, chiaro.
Stupende Alfa di tutti i tempi, concept car storiche e ovunque il genio italiano che fa scuola e reinventa di continuo usi e stili, mostrando tutto il fascino di queste scatolaccie maledette.
C'è però un pensiero angosciante che ronza nella testa durante tutta la visita: è possibile che la Ford T e la Ferrari 599 Fiorano funzionino con lo stesso principio, a 100 anni di distanza?

Bella (ma un po’ piccola….) la mostra sui pittori viennesi.
Spettacolari i dipinti di Schiele (da urlo i tre ritratti esposti affiancati!), come quelli di Klimt, che purtroppo però sono solo tre e qualche disegno. Molto belli anche tutti gli altri amichetti, Oppenimer su tutti.
Un piccolo appunto: si capisce come si deve girare solo guardando i numeri dell’audioguida sotto i quadri. Ok l’estetica, ma una freccettina in più a volte… (Nda: entrando si va prima dritto e poi a sinistra. Ovviamente l’abbiamo imboccata subito al contrario!).
Questo è il link al museo: http://www.mart.trento.it/. Consigliato acquistare i biglietti su internet con prenotazione dell’orario, si entra subito. Altrimenti c’era una bella fila.Ultimo ma non ultimo l’edificio di Mario Botta. Bello, sobrio e ben organizzato. Bravo Mario.

1 commento:

Bruno ha detto...

Adoro Schiele. Invidio tutti coloro i quali hanno avuto l'opportunità di visitare una sua mostra. Ma un giorno, anch'io riuscirò a visitarne una e allora si, che potrò auto-invidiarmi!
:-)))